Le proteine in polvere fanno dimagrire?

Le proteine costituiscono uno dei nutrienti più importanti per il corpo umano. Si dimostrano fondamentali nelle diete per la perdita di peso perché, oltre ad aiutare a frenare ed allontanare l’appetito, controllano la glicemia e mantengono in buone condizioni il profilo ormonale essenziale per il metabolismo ottimale.

Ricercatori della Harvard Medical School hanno scoperto che, rispetto ai carboidrati o ai grassi, il nostro corpo impiega una maggiore quantità di energia per digerire e bruciare le proteine. Questo significa che consumare uno spuntino ricco di proteine tra un pasto e l’altro può portare a consumare una minore quantità di calorie nel corso della giornata. Assumere proteine è utile anche per mantenere e sviluppare la massa muscolare, che a sua volta supporta un metabolismo più veloce.

PROTEINE IN POLVERE: QUALI SCEGLIERE?

Il valore del contenuto proteico ed il prezzo sono due ottimi indicatori della qualità di un prodotto.
Per giustificare un basso costo spesso i produttori di integratori inseriscono nel preparato componenti riempitivi e dolcificanti che non contribuiranno certamente ad aiutarvi a dimagrire ma anzi metteranno a rischio i vostri sforzi profusi in tale direzione portandovi perfino ad aumentare di peso!

Un importante dato che dovreste controllare in fase di acquisto riguarda il contenuto proteico che assolutamente non deve essere inferiore all’80% ricordando che percentuali più basse sono indicatori della presenza di quelle sostanze riempitive di cui abbiamo parlato.
Affidatevi a rivenditori di provata esperienza e serietà magari acquistando online su siti di ecommerce che forniscono ai consumatori informazioni dettagliate e trasparenti sui prodotti che acquistano come ad esempio quello di MyProtein.

Piuttosto che indirizzarvi verso i concentrati sarebbe meglio scegliere proteine in polvere basate su isolati proteici che garantiscono una maggiore purezza ed una qualità migliore.

PROTEINE IN POLVERE: ATTENTI AGLI ZUCCHERI

Il primo pensiero di qualsiasi goloso che decida di provare a perdere peso corre verso la rinuncia totale del nemico numero 1 di qualsiasi dieta, si stiamo parlando dello zucchero! Sappiate che questo elemento può trovarsi anche nei preparati proteici, ed anche in forti quantitativi in alcuni tipi.
Per questo motivo, nello scegliere la giusta polvere proteica per perdere peso, è importante considerare questo fattore che spesso invece viene trascurato.

Il gusto è importante ed i produttori rispondono alle richieste del mercato proponendo integratori ai sapori più vari: integratori al cioccolato, alla fragola, al pistacchio ecc… Ma attenzione perché una proteina con un buon sapore appaga la gola ma mette a rischio la riuscita del vostro progetto per perdere peso.

Un contenuto di zucchero elevato porta inevitabilmente ad alterare il metabolismo regalandovi l’illusione di avvertire potenziamenti energetici destinati ahimè a crollare in tempi brevi. E saranno proprio questi cali di energia la causa di improvvisi morsi della fame che vi spingeranno a consumare spuntini fuori programma.

Nei programmi di perdita del peso dunque le polveri proteiche da considerare sono quelle a basso contenuto di carboidrati e zucchero, meglio se del tutto prive di questi elementi killer sempre pronti a sabotare i vostri programmi.

OCCHIO ALLE INTOLLERANZE

Sei intollerante a qualche sostanza? Verifica nella descrizione del prodotto la presenza di qualche elemento che potrebbe causarti disturbi. Per esempio, se decidi di orientare la tua scelta verso le proteine del siero di latte sappi che, essendo derivate dal latte, non sono la scelta ideale per le persone intolleranti al lattosio o per quelle che hanno sposato la cultura vegana.

Tieni presente che la composizione delle proteine in polvere, come altri supplementi nutrizionali, non è standardizzata come lo sono gli alimenti naturali. Quindi è indispensabile documentarti sugli ingredienti impiegati e sulle loro percentuali. Se scegli il siero di latte dovresti assicurarti che quel latte provenga da mucche allevate con erba non trattata con ormoni della crescita artificiali. Per le proteine provenienti da vegetali, dovresti verificare se le fonti sono biologiche o geneticamente modificate. Infine, repetita iuvant, evita le proteine in polvere che contengono dolcificanti e conservanti artificiali o sono ricche di zuccheri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *