Benefici degli amminoacidi ramificati BCAA


Noti anche come BCAA, acronimo inglese di Branched-Chain Amino Acids, gli aminoacidi a catena ramificata sono costituiti dal gruppo dei tre aminoacidi essenziali L-Leucina, L-Isoleucina e L-Valina. La definizione “catena ramificata” si riferisce alla struttura chimica dei BCAA, che si trovano in alimenti ricchi di proteine come uova, carne e latticini. Negli ultimi anni, gli amminoacidi ramificati sono diventati popolari nel settore dell’integrazione nutrizionale, dove i prodotti in polvere ne hanno facilitato l’uso tra gli atleti di diverse discipline.

Ma prima di elencarvi i benefici più importanti dei BCAA vediamo quali sono i migliori da acquistare.

ESSENTIAL BCAA MY PROTEIN

Gli Essential BCAA di MyProtein sono costituiti da una miscela di amminoacidi essenziali come Leucina, isoleucina e valina e rappresentano un valido aiuto post allenamento in quanto contribuiscono alla riparazione muscolare. L’assunzione di questo integratore è ideale per tutti gli sport e per qualunque tipologia di allenamento.

Clicca qui se vuoi acquistarli ora dal sito MyProtein

E’ importante aggiungere questo integratore alla nostra routine quotidiana in quanto questi amminoacidi non vengono prodotti naturalmente da nostro organismo. La polvere può essere semplicemente aggiunta ad un frullato e sono disponibili in diversi gusti tra i quali ricordiamo: anguria, kiwi, lampone blu, pesca mango, tropicale e molti altri.

Vediamo ora i benefici dei BCAA:

Aumento della crescita muscolare

E’ comunemente accettato che la leucina contenuta nei BCAA è responsabile dell’aumento della sintesi proteica dopo un esercizio fisico e favorisce la riparazione delle fibre muscolari prevenendo processi di catabolismo (distruzione di proteine).

In una ricerca si è osservato che i partecipanti che hanno assunto un preparato con 5,6 grammi di BCAA dopo un allenamento hanno ottenuto un aumento del 22% nella sintesi proteica muscolare rispetto a quelli a cui è stata somministrata una bevanda placebo.

In un altro studio è stato osservato che nelle persone che hanno consumato proteine del siero del latte con aggiunta di una quantità di BCAA simile a quella del precedente test, l’aumento della sintesi proteica muscolare è stato di circa il doppio rispetto a quello misurato nel precedente studio. Questo dimostra due cose:

1. Tutti gli amminoacidi essenziali (inclusi quelli BCAA) necessari per costruire il muscolo sono presenti nelle proteine del siero di latte in quantità molto elevate.

2. I BCAA contribuiscono ad aumentare la sintesi delle proteine muscolari ma possono dare il massimo risultato solo quando vengono utilizzati in combinazione con altri aminoacidi essenziali, come ad esempio quelli che si trovano in altre fonti proteiche complete.

Riduzione dell’indolenzimento muscolare

Non è raro avvertire un senso di dolore per uno o due giorni successivi ad una sessione di allenamento, soprattutto se ci si è impegnati in nuove attività. Questo tipo di disturbo, chiamato indolenzimento muscolare ad insorgenza ritardata (DOMS), si sviluppa da 12 a 24 ore dopo l’esercizio fisico e può protrarsi fino a 72 ore.

Alcune ricerche hanno dimostrato che i BCAA possono aiutare a ridurre il danno muscolare, riducendo la durata e la gravità dei DOMS. In uno studio, nelle persone che hanno assunto BCAA prima di un esercizio fisico è stata riscontrata una riduzione del livello DOMS e dell’affaticamento muscolare rispetto al gruppo placebo.

Riduzione dell’affaticamento da esercizio

Quando si pratica un’attività sportiva è naturale che ad un certo punto si avvisi un senso di affaticamento prima e stanchezza poi. Il momento in cui queste sensazioni si manifestano dipendono da diversi fattori tra cui la durata e l’intensità dell’esercizio, le condizioni meteo e/o ambientali ed il tipo di alimentazione.

Si ritiene che i BCAA siano in grado di ridurre l’affaticamento indotto dall’esercizio anche se è improbabile che possano migliorare la prestazione fisica. Perchè ciò accada si può spiegare col fatto che, poiché durante l’esercizio i muscoli usano i BCAA, ciò provoca un calo dei livelli nel sangue. A tale riduzione dei livelli ematici di BCAA corrisponde un aumento dei livelli dell’amminoacido essenziale triptofano. Questa sostanza presente nel cervello viene convertita in serotonina, una sostanza chimica che sembra contribuire allo sviluppo della fatica durante l’esercizio.

Riduzione dei livelli di zucchero nel sangue

Monitorare i livelli di zucchero nel sangue è estremamente importante perché valori elevati non gestiti tempestivamente possono provocare l’insorgere di effetti negativi sia a breve che a lungo termine. La buona notizia è che, almeno in alcuni casi, i BCAA possono contribuire a mantenere a livelli salubri lo zucchero nel sangue.

Anche se sono necessari ulteriori ricerche per confermare questa proprietà, sembra che ciò sia possibile grazie all’azione di leucina e isoleucina che, provocando l’aumento della secrezione di insulina, inducono i muscoli ad assorbire maggiori quantità di zucchero dal sangue abbassandone così il livello.

Purtroppo non tutte le ricerche confermano questa auspicabile tesi. Ad esempio, in un recente test sono stati somministrati 12,5 g di BCAA tre volte al giorno ad un gruppo di 27 partecipanti con problemi al fegato. Alla fine del ciclo previsto dalla ricerca, in 10 soggetti è stata rilevata una riduzione dei livelli di zucchero nel sangue, mentre nei rimanenti 17 non c’è stato alcun effetto misurabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *