Proteine vegetali per l’allenamento

L’affermazione di regimi dietetici basati sulla restrizione del consumo di carne, pesce e derivati ha permesso, anche nell’ambito dell’atletica, del body building e dello sport in generale a qualsiasi livello, l’arrivo di supplementi di proteine vegetali, di altrettanta efficacia rispetto a quelle tradizionali, grazie all’introduzione di significativi progressi in merito a questo settore dell’alimentazione per atleti.
Le proteine vegetali si propongono di aiutarci a costruire e mantenere una massa muscolare del tutto ragguardevole, soprattutto dopo sessioni di intenso esercizio, favorendo in maniera specifica vegetariani o vegani che non vogliono rinunciare ad un fisico compatto e ben definito.

Gli amminoacidi introdotti tramite le proteine vegetali nel nostro corpo sono inoltre caratterizzati da un quantitativo di grassi pari allo zero, e soprattutto producono generalmente meno rifiuti derivati dalla loro sintesi corporea, impedendo quindi di affaticare il metabolismo durante il loro impiego nel nostro organismo.

Tramite le proteine vegetali, quindi, a differenza dei corrispondenti nutrienti di origine animale possiamo ridurre il sovraccarico a livello epatico e renale, contribuendo alla salute generale di tutto l’organismo. Un’alimentazione corretta e bilanciata ci permette di trovare proteine di natura vegetale nei cibi di tutti i giorni, spesso tramite regimi alimentari detti di “complementazione proteica“: se in un alimento vegetale di cui ci nutriamo fosse assente un particolare tipo di amminoacido utile ed essenziale, potremmo trovarlo in un cibo abbinato al suo consumo, come spesso avviene con i primi piatti in cui ci vengono serviti legumi e pasta.
Tra i principali gruppi alimentari in grado di fornirci proteine vegetali, troviamo senz’altro i cereali (orzo, farro, frumento, grano saraceno, riso); seguiti dai legumi (ceci, fagioli, lupini, lenticchie secche), veri e propri “collaboratori” dell’assunzione proteica nel mondo vegetale. In particolare, anche la frutta secca (soprattutto nella forma di pinoli e nocciole) riesce a garantirci un quantitativo di proteine vegetali abbastanza notevole, soprattutto se paragonato ad altri nutrienti meno salubri che tuttavia assumiamo comunque nel corso della giornata.

Il miglior consiglio da rivolgere a chi vuole iniziare una dieta vegetale di questo tipo, per consentirci un aumento di massa muscolare notevole e in tutta salute, è quello di assumere una vasta quantità di alimenti vegetali, spaziando tra diverse categorie e badando ad aggiungere nella dieta anche i cosiddetti “amminoacidi limitanti“, ovvero quelli assenti in un particolare alimento che ne apporta comunque altri, tra cui lisina, treonina, metionina e triptofano, che possono essere trovati in alimenti complementari di origine sempre vegetale.

Nutrirsi quindi in maniera rispettosa dell’ambiente, e al contempo ottenere un fisico invidiabile è del tutto possibile, soprattutto se avremo considerazione di consultare un medico per l’eventuale assunzione di proteine in polvere, uno step successivo alla nostra dieta base quotidiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *